Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘contorni’ Category

Patate Hasselback

Bisogna andare al nord, ma parecchio su, fino in Svezia per risalire all’origine di queste buone patate (e anche belle come presentazione). Infatti questo nome deriva da quello di un famoso ristorante svedese, appunto Hasselbacken, dove venivano servite fino dalla prima preparazione, risalente al 1940. Da quell’anno erano le patate più famose in Svezia, ma in seguito, come tutte le mode vennero soppiantate da altre preparazioni.

Le ho trovate girando sul web, preparate immediatamente, ed ora pronte per essere provate anche da voi se non le conoscete: sono molto buone, e si prestano ad accompagnarsi a qualsiasi arrosto o i nostri buoni formaggi, anche pesce cotto al forno, e ad ogni altra combinazione che vi venga in mente. Sono molto semplici e penso che siano fattibili anche per quel “lui” che voglia distinguersi fra i fornelli anche se poco esperto di cucina.

Una volta cotte sono molto morbide all’interno, ma croccanti e saporite sulla crosta.

INGREDIENTI per 6 persone:

6 patate di media grandezza, regolari e allungate
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
2 cucchiai di pangrattato
70-80 gr, di burro fuso chiarificato (*) oppure del nostro “ont”
sale e pepe q.b.
paprika

(*)il burro chiarificato permette di cuocere senza bruciare, anche con l’alta temperatura del forno. Si usa in molte preparazioni come la cotoletta alla milanese, e si trova anche nei market. Per chi vuole prepararlo in casa:  Ihttp://www.maisazi.com/2009/02/ricetta-burro-chiarificato.php . Io ho usato il nostro burro “ont” che tengo pronto in frigo.

PREPARAZIONE:

Lavare molto bene le patate sotto l’acqua corrente con l’aiuto di uno spazzolino, senza sbucciarle.
Tagliare alla base di ogni patata messa in orizzontale, una fetta per permettere di avere una base sicura di appoggio.

Tagliare ogni patata a fette sottilissime con un coltellino molto affilato (io ne  ho usato uno di ceramica) con una larghezza di circa 4 mm. I tagli non devono naturalmente arrivare fino in fondo altrimenti otterremmo patatine sottili, ma fermarsi fino a circa 1 cm. dalla base. Per questo possiamo aiutarci appoggiando ai lati della patata un oggetto di legno, come un cucchiaio alto 1 cm., che fermerà il coltello.

Con il burro fuso e un pennello ungere bene la superficie delle patate. Potremmo usare anche l’olio ma non riusciremmo ad ottenere una superficie dorata e davvero croccante come con il burro.

Mettere anche il sale e passarle in forno già portato a 200 o 220 gradi per minimo 40-45 minuti. Per controllare la cottura è possibile usare una forchetta ai lati della base.
Una volta cotte, spolveriamo le patate con il pangrattato, il parmigiano, lasciamo scivolare sopra il resto del burro e rimettiamo

 in forno a dorare per altri 5 o 10 minuti, finché non si sia formata la crosticina dorata.
Aggiungere a piacere un pizzico si paprika

Read Full Post »